Storia

IL Cilento e la dieta mediterranea

«Sono venuto a Pioppi, nel Cilento, per vivere 20 anni di più.
Qui ho l’orto e gli ulivi fuori della porta di casa, il pane fatto in casa, il pesce fresco ogni mattina.»

Così citava Ancel Keys, il famoso biologo americano che, dopo la seconda guerra mondiale, decise di trasferirsi con la moglie Margaret nel piccolo paradiso italiano: il Cilento, precisamente a Pollica, Pioppi. Cosa avrà mai potuto spingere un americano a trascorrere gran parte della sua vita proprio a Pioppi? Una terra che ai tempi di Ancel Keys era dimenticata dal mondo e che la guerra aveva ridotto in povertà. Ebbene, Ancel e Margaret Keys, scelsero Pioppi perché notarono che la popolazione cilentana aveva un’età decisamente più alta rispetto a quelle del resto del mondo. Questa scoperta portò il medico americano a concentrarsi sullo studio delle tradizioni e l’alimentazione locale. Una cucina semplice e fatta di pochi alimenti: olio extra vergine d’oliva, pomodori, pane cotto a pietra e pesce fresco. Grazie alla loro naturale genuinità, oggi questi ingredienti si sono consolidati come i pilastri di quella che, grazie a Keys, è diventata la dieta più conosciuta del mondo: la dieta mediterranea.

Uno stile alimentare equilibrato e ricco di alimenti genuini in cui giocano un ruolo chiave i prodotti del mediterraneo considerati da Keys la migliore medicina contro le malattie cardiovascolari. Keys, oggi noto a tutti per essere l’inventore della dieta Mediterranea, morì alla veneranda età di 100 anni, un dato che confermò la validità dei suoi studi tanto da spingere l’Unesco a dichiarare il famoso regime alimentare del mediterraneo patrimonio culturale immateriale dell’Umanità.

Gli ulivi e il territorio cilentano

L’olio è uno dei pilastri della salutare Dieta Mediterranea, non è un caso se il nostro olio extra vergine d’oliva nasca proprio nel Cilento.

Il clima mite, e le condizioni ottimali del territorio cilentano, hanno permesso lo sviluppo di una fiorente coltura di olive che da lunghissimi anni permettono la produzione di olio di alta qualità. La terra di origine del nostro prodotto è per noi un forte motivo di orgoglio. L’olio cilentano, infatti, deve la sua prelibatezza alla particolare tipologia di oliva usata per la sua produzione: l’oliva pisciottana. Si narra che fu il popolo dei focesi, un’antica popolazione greca, a portare nel Cilento questa varietà di pianta, particolarmente produttiva tanto da trasformare, nel corso dei millenni, il territorio cilentano in un’immensa distesa di ulivi secolari diventati, inoltre, il simbolo di questa bellissima terra. Proprio da questi colonizzatori dell’antica Grecia prende il nome il nostro Olio Focea. Il suo gusto tenue e delicato di oliva fresca, il colore giallo paglierino, le sue proprietà antiossidanti e organolettiche, caratterizzano l’olio cilentano rendendolo un prodotto prelibato e rinomato.

Tradizione

Oltre alle sue caratteristiche degne di nota, l’olio del Cilento vanta un’antica tradizione produttiva. Il raccolto delle olive, infatti, avviene secondo la caduta naturale delle stesse. Fino alla fine del mese di dicembre, momento in cui avviene il raccolto, sotto gli ulivi secolari del Cilento, vengono disposte delle grandi reti sulle quali cadranno i frutti. La spremitura delle olive avviene solo dopo la raccolta manuale. Entro le 48 ore vengono poi portate al frantoio dove sono sottoposte a molitura.


History

The Cilento and the Mediterranean diet

I came to Pioppi, Cilento, to live 20 years longer.

Here I have the vegetable garden and olive trees outside the front door, homemade bread, fresh fish every morning.»

This was quoted by Ancel Keys, the famous American biologist who, after World War II, decided to move with his wife Margaret to the small Italian paradise: the Cilento, precisely in Pollica, Pioppi. What could have led an American to spend most of his life in Pioppi? A land that was forgotten by the world at the time of Ancel Keys and that the war had reduced to poverty. Well, Ancel and Margaret Keys, chose Poplars because they noticed that the population of Cilento was much older than those of the rest of the world. This discovery led the American physician to focus on the study of traditions and local nutrition. A simple cuisine and made of few foods: extra virgin olive oil, tomatoes, stone bread and fresh fish. Thanks to their natural genuineness, today these ingredients are consolidated as the pillars of what, thanks to Keys, has become the most known diet in the world: the Mediterranean diet.

A balanced and rich food style in which the products of the Mediterranean considered by Keys the best medicine against cardiovascular diseases play a key role. Keys, now known to all as the inventor of the Mediterranean diet, died at the age of 100, a fact that confirmed the validity of his studies so as to push UNESCO to declare the famous food regime of the Mediterranean intangible cultural heritage of humanity.

The olive trees and the Cilento territory

Oil is one of the pillars of the healthy Mediterranean Diet, it is no coincidence that our extra virgin olive oil is born in the Cilento.

The mild climate, and the optimal conditions of the territory of Cilento, have allowed the development of a flourishing cultivation of olives that for many years have allowed the production of high quality oil. The land of origin of our product is for us a strong reason for pride. Cilento oil, in fact, owes its delicacy to the particular type of olive used for its production: pisciottana olive. It is said that it was the people of the Phocians, an ancient Greek population, to bring in Cilento this variety of plant, particularly productive so as to transform, over the millennia, the Cilento territory into an immense expanse of olive trees become, Moreover, the symbol of this beautiful land. It is from these colonizers of ancient Greece that our Focea Oil takes its name. Its soft and delicate taste of fresh olive, straw yellow color, its antioxidant and organoleptic properties, characterize the Cilento oil making it a delicious and renowned product.

Tradition

In addition to its remarkable characteristics, Cilento oil boasts an ancient production tradition. The olives are harvested according to their natural fall. Until the end of December, when the harvest takes place, under the centuries-old olive trees of Cilento, large nets are arranged on which the fruits will fall. The olives are pressed only after manual harvesting. Within 48 hours they are then taken to the mill where they are subjected to milling.